Oscar Luigi Scalfaro

Home / Oscar Luigi Scalfaro

Biografia

Si laurea in giurisprudenza all’università cattolica di Milano nel 1941 e viene richiamato alle armi nello stesso anno. Congedato nel 1942 in quanto magistrato, a partire dal 1945 entra nelle corti straordinarie di assise di Novara in qualità di pubblico ministero in processi contro i fascisti. Militante di azione cattolica arriva a ricoprire il ruolo di presidenze della diocesi di Novara e di delegato regionale per il Piemonte. Il 2 giugno 1946 viene eletto deputato all’assemblea costituente nelle liste della Democrazia Cristiana. Deputato in parlamento in tutte le legislature dal 1948 al 1992 ricoprì le più alte cariche dello stato.Dopo essere stato per tre volte nominato sottosegretario di stato alla presidenza del consiglio dei ministri, al ministero della giustizia e al ministero dell’interno tra 1945 e 1962, il suo partito lo nomina vice segretario politico nel 1965 restando in carica per due anni. Seguono incarichi di prestigio nei governi dal 1966 al 1987 quale ministro dei Trasporti e dell’aviazione civile, ministro della pubblica istruzione e ministro dell’interno nel 1987. Dal 1975 al 1983 ricopre la carica di vice presidente della camera dei deputati. Il 24 aprile del 1992 viene nominato presidente della camera dei deputati e il 25 maggio dello stesso anno presidente della repubblica. Durante gli anni del suo mandato affronta alcuni dei momenti politici più difficili del paese, scoppia lo scandalo “Tangentopoli” nel 1992 al quale segue un drammatico crollo della lira e una forte disaffezione alla politica e lo scandalo Sisde nel 1993 relativo a fondi neri dei servizi segreti. Si dimise in anticipo sulla scadenza del mandato il 15 maggio 1999. Da senatore a vita si dedicò principalmente alla difesa della carta costituzionale, e all’impegno dei cattolici in ambito di formazione giovanile alla vita politica. Dal 2002 al giugno 2011 ricoprì anche la carica di presidente dell’Istituto Nazionale per la storia del Movimento di Liberazione in Italia. Muore a Roma il 29 gennaio del 2012. Il 22 giugno 1996 il presidente Scalfaro organizzò, presso le stanze della prefettura in Palazzo Medici Riccardi, il pranzo conclusivo dei lavori svolti dal Consiglio Europeo tenutosi a Firenze il 21 e 22 giugno. In tale occasione, alla presenza dei governanti europei, si celebrava inoltre la fine del semestre europeo di presidenza dell’ Italia.

Opere

Designed by Frush Developed by Nexibo logo