La visita di Galeazzo Maria Sforza e di Bona di Savoia

Home / La visita di Galeazzo Maria Sforza e di Bona di Savoia

Descrizione

Il 13 marzo 1471 Galeazzo Maria Sforza, duca di Milano, con la consorte Bona di Savoia giunse a Firenze per sciogliere un voto fatto alla Santissima Annunziata. I due duchi giunsero a Firenze accompagnati da un corteo imponente e sontuoso, comprendente fra l’altro 12 carri rivestiti di drappi d’oro e d’argento ricamati con la guardaroba di Bona e delle sue dame, 50 pregiate chinee e 50 grossi corsieri riccamente bardati, 100 uomini armati, 500 fanti, 50 staffieri vestiti di seta e argento, 500 coppie di cani e moltissimi falconi e sparvieri per la caccia. A questi si univano i cortei personali di baroni e cortigiani che accompagnavano gli Sforza per un totale di 2000 cavalli.Erano passati dodici anni dall’ultimo soggiorno fiorentino di Galeazzo Maria Sforza avvenuto nel 1459. Come allora il principe milanese fu ospitato in maniera solenne e fastosa in Palazzo Medici, ma ad accoglierlo stavolta non c’era Cosimo il Vecchio, ma i suoi nipoti Lorenzo e Giuliano. La dimora medicea si svelò agli occhi del duca e della sua consorte come uno scrigno colmo di tesori.

Designed by Frush Developed by Nexibo logo