Alessandro I in Palazzo Medici: eventi, abitanti, ospiti illustri

Home / Alessandro I in Palazzo Medici: eventi, abitanti, ospiti illustri

Descrizione

Il 5 luglio del 1531 entrò trionfalmente a Firenze Alessandro I de’ Medici, protetto di papa Clemente VII e nominato capo a vita della repubblica fiorentina dal decreto imperiale del 18 ottobre dell’anno precedente. Il Medici, accompagnato dal messo imperiale Giovanni Antonio Muscettola, fu accolto dalla Signoria nel Palazzo pubblico.Il giorno 7 la stessa Signoria con il gonfaloniere rese omaggio ad Alessandro I in Palazzo Medici dove risiedeva. I rappresentanti della repubblica dovettero aspettare a lungo, prima di essere ricevuti da Alessandro, passeggiando nella sala che precedeva la camera dell’udienza all’angolo sud-ovest del primo piano (Varchi, II, p. 446).Dopo la presa di possesso di Palazzo Medici da parte di Alessandro nel 1531, fu stilato un inventario degli ambienti dell’edificio (ASF, Guardaroba Medicea, 2). Un altro inventario, sia pure parziale venne radatto pochi giorni dopo l’assassinio del duca, il 20 gennaio 1537 (stile comune) (ASF, Guardaroba Medicea, 1).Alessandro abitava al primo piano nell’appartamento con le stanze sul giardino sul lato occidentale dell’edificio. I paggi erano sistemati nella stanza all’angolo sud-ovest e in una soffitta dalla parte opposta. Tale appartamento era dunque collegato all’ala meridionale riservata all’udienza. Gli spazi del palazzo e le loro funzioni erano organizzati ormai come in una vera e propria corte.L’appartamento al primo piano su via Larga, in precedenza occupato dal capo famiglia, era invece abitato da tempo da un commissario papale, che essendo un prelato poteva così usufruire anche della cappella. Al tempo di Alessandro, i rappresentanti di papa Clemente VII furono: – Nicolaus von Schomberg, arcivescovo di Capua, a Firenze dal 29 gennaio 1531 al 2 settembre 1532; – il cardinale Innocenzo Cybo giunto da Roma il 20 novembre 1532. Ancora un alto prelato abitava nell’appartamento al piano terra costituito dalla camera grande e dalle stanze adiacenti: si trattava di Angelo Marzi Medici, vescovo di Assisi e funzionario del governo ducale, ancora in carica poi sotto Cosimo I fino alla morte nel 1546.Al secondo piano risiedeva Baccio Bandinelli in un ampio appartamento. Nel medesimo piano c’erano i servitori di corte e la Guardaroba ducale.Nel 1533 Alessandro ospitò nel suo palazzo la sua promessa sposa, Margherita d’Austria.Probabilmente fra il 1534 e il 1535 anche Giorgio Vasari abitò in Palazzo Medici, mentre era impegnato negli affreschi delle Storie di Cesare nel vano della ex-loggia d’angolo ormai chiusa.Massimo ospite illustre del duca Alessandro I fu l’imperatore Carlo V, dal 29 aprile 1536 al 4 maggio 1536. Per l’occasione Alessandro si trasferì in casa Tornabuoni. Il monarca potè disporre dell’appartamento al piano terra nell’ala meridionale, comprendente l’ex-loggia d’angolo, e di quello al primo piano di solito abitato dal duca Medici, esteso sui fronti sud e ovest. Le stanze furono trasformate in ambienti lussuosi con grande profusione di panni d’oro.La vista di Carlo V precedette di pochi giorni l’arrivo a Firenze della sua figlia naturale, la quattordicenne Margherita, sposa di Alessandro, giunta il 31 maggio.

Designed by Frush Developed by Nexibo logo