Pittura su specchio

Pittura su specchio

Il 28 marzo 1659 Gabriello Riccardi acquista per 40.000 scudi il palazzo Medici, divenuto ormai occasionale sede di ospitalità.  Si avvia da quel momento un ciclo di interventi volti a ridurre l’antico edificio “all’usanza moderna”: vengono effettuati gli ampliamenti su via Ginori e su via Larga, si realizza la monumentale scalinata di accesso ai piani superiori, si decorano gli ambienti in linea con  il nuovo gusto estetico. Fra questi spicca la realizzazione della Galleria degli specchi, riccamente decorata da Luca Giordano con un’allegoria trionfale della famiglia Medici. Alle pareti sfila uno stuolo di specchi unici, perché dipinti sulla stessa superficie specchiante con un tripudio di fiori e di verzura. E questa rara decorazione diventa lo spunto per cimentarsi in un’originale “pittura su specchio” in cui realtà e illusione giocano a confondersi l’una nell’altra.

  • Per chi: secondo ciclo della scuola primaria e scuola secondaria di I grado
  • Durata: 1h15′
  • Quando: dal lunedì al venerdì su prenotazione 

Sito web realizzato da Frush