Giovan Battista Ciceri

Home / Giovan Battista Ciceri

Biografia

Ignoti sono il luogo e la data di nascita di Giovan Battista Ciceri originario del Canton Ticino e dedito esclusivamente, come altri artisti del luogo, alla realizzazione di ornamenti e figure in gesso. Come altri stuccatori suoi conterranei, Ciceri giunse a Firenze, dove dal 1691 al 1693 è documentata la sua partecipazione al cantiere della cappella Feroni nella chiesa servita della Santissima Annunziata, realizzata su progetto di Giovan Battista Foggini. Da allora il Ciceri, prediletto dal Foggini, fu uno degli stuccatori più ambiti a Firenze per le ornamentazioni nelle residenze nobiliari e negli edifici ecclesiastici. Ancora sotto la direzione del Foggini, lavorò agli stucchi in Palazzo Medici (qui insieme all’Andreozzi), in palazzo Viviani della Robbia e nella chiesa di San Gaggio.
Nel 1694 si immatricolò all’Accademia delle Arti del Disegno.
Fu quindi impegnato ad approntare le decorazioni della villa di Bellavista a Borgo a Buggiano e di quella di Lappeggi. Il 30 aprile del 1707 Giovan Battista Ciceri venne pagato mille scudi a saldo del pagamento per gli stucchi (figure allegoriche, angeli) eseguiti in San Giorgio alla Costa, chiesa in corso di ristrutturazione e rinnovamento su disegno ancora del Foggini, con il coinvolgimento per la parte pittorica di Alessandro Gherardini e Antonio Domenico Gabbiani.
Lavorò inoltre alle decorazioni in Santa Maria degli Angeli di Sala a Pistoia, nell’oratorio di Santa Maria Maddalena a Pescia e infine nella cappella Torrigiani in Santa Verdiana a Castelfiorentino (1710-1713), l’ultima opera nota dell’artista.
Giovan Battista Ciceri morì il 28 ottobre del 1715 a Firenze e venne sepolto nella chiesa di San Felice in Piazza

Designed by Frush Developed by Nexibo logo